Domenica delle Palme: festeggiamenti e tradizioni in Italia

festeggiamenti e le tradizioni della Domenica delle Palme sono davvero numerosi in Italia. Tra i più suggestivi: a Montescaglioso (Mt) un tempo i giovani fidanzati portavano in chiesa palme e ghirlande fatte con foglie d’ulivo con, appesi al centro, ori da regalare alle fidanzate. Ancora oggi, in questa giornata, le coppie che si sposano entro l’anno vengono chiamate sull’altare, partecipando alla processione dopo la celebrazione della Messa. A Bordighera, in provincia di Isernia, è tempo di parmureli, realizzati intrecciando le parti tenere delle grandi foglie di palma, pare di fattura barocca. In un primo tempo all’intreccio delle palme si dedicarono le suore benedettine camaldolesi e, in seguito al loro graduale abbandono, tale attività fu ripresa da molti artigiani  che mantennero quasi inalterato lo stile per produrre nuove figure rappresentative.  La Sardegna propone la tessidura de pramma o delle prammas pintadas; a Scalea (Cs) vengono benedette palme particolari, addobbate con caciocavalli e confetti; mentre a Bova-Chora, in Calabria, i contadini intrecciano con maestria rami d’ulivo, formando le pupazze, figure femminili statuarie, abbellite con fiori, frutta fresca e primizie, portate in processione.Come non citare la Fiera delle Palme di Melzo tra fuochi d’artificio, concerti, mostre ecc; e la corsa su pista con cavalli montati a peso dai fantini del Palio ad Abbadia di Montepulciano? A Gangi, in Sicilia, si rinnova un antico rito popolare millenario: quello della processione dei tamburinara, cui sono protagoniste le Confraternite del luogo… un patrimonio storico/culturale immateriale che richiama il fedele col suono ritmato dei grossi tamburi portati in spalla dai tamburinara. Caratteristica del corteo sono i Confratelli, che incedono tra stendardi e tradizionali casacche, portando in spalla le pesanti palme adornate con fiori, datteri e minuscole manifatture a forme di croce e canestrini ottenute dall’intreccio delle foglie per tenere le palme fissate attorno ad un’asse centrale in legno detto “cunocchia”.

Singolare l’abbigliamento dei Confrati: una tunica bianca coperta con un mantello di colore diverso per ognuna delle Confraternite e il classico abitino. A precederli, i tamburinara, che indossano le rubriche, antichi parametri sacri del 700’ ricamati in oro e argento. A Caccamo, in provincia di Palermo, la Domenica delle Palme viene festeggiata con una singolare processione di 13 chierichetti, l’uno su un asinello bardato di nastri e fiori, e gli altri a piedi, in corteo,a simboleggiare Cristo e gli Apostoli, con una sfilata per le chiese principali. A Caltanissetta la sera della Domenica delle Palme si rinnova l’antico rito della processione di Gesù Nazareno Benedicente o “Processione della Barca”, tradizionalmente voluta e gestita dai contadini del luogo. A Savelli, la Domenica delle Palme è anche il giorno della commemorazione del terribile terremoto del 27 marzo 1638, terremoto dell’undicesimo grado della Scala Mercalli, avvenuto alla vigilia delle Palme. In quest’occasione, fino a qualche decennio fa, era ancora possibile osservare le anziane donne vestite di nero piangere, toccarsi il petto, alzare le braccia e riprendere antiche nenie.

a cura di Giuseppe Catapano

Tags from the story
Written By
More from Redazione

Lazio:a scuola niente certificato medico anche per le assenze superiori ai 5 giorni

Per tornare a scuola, anche dopo assenze superiori ai cinque giorni, non sarà più necessario...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *