Luci ed ombre della storia

Non tutti gli uomini che hanno attraversato la storia hanno avuto gli stessi meriti o hanno lasciato qualcosa che ha solleticato i cuori! Illuminato le menti! Scosso le coscienze! Alcuni sono rimasti infatti nelle pagine dei testi solo come un monito, perché altri non possano seguire quell’esempio e costruire magari ideali e non seminare odio e razzismo! Spesso mi chiedo come sarebbe stato oggi il panorama internazionale senza i grandi attentati a personaggi che alla storia hanno tentato di dare una svolta, uomini con il cuore gonfio di fatica e che brandendo un ideale a mo di spada si sono eretti a paladini del bene in none di un cambiamento che poteva essere necessario respiro! Uomini soli! Si, un uomo quando arriva a scuotere le coscienze e a toccare i cuori e comunque un uomo solo, perché va a toccare poteri forti e consolidati e quindi anche se apparentemente e’ forte di una massa che lo segue e’ solo davanti allo strapotere dell’oscurità che muove i fili del potete economico che e’ il vero ed unico nemico della storia dell’umanità! Non a caso Napoleone fu arginato a Waterloo dopo che aveva “invaso” con idee liberali l’Europa intera e la cosa più buffa e’ che ci fanno passare il Congresso di Vienna come un qualcosa di ottimo per la nostra storia! Ma ci sono stati uomini a differenza di Napoleone che aveva un esercito e quindi il potere di uccidere e devastare che hanno armato eserciti di sola luce e forza dello spirito! Martin Luther King e’ stato uno di questi, il suo esercito era armato di un sogno! I have dream! Il giovane pastore rappresentante la chiesa Battista nel sud degli States che ispirò nei primi anni Sessanta la lotta del suo popolo, l’invito a ribellarsi ma farlo senza impugnare armi e in sintonia con gli ideali che erano di Gandhi. Cosi, armato solo di buona volontà e carisma, guidò la lotta delle popolazioni di colore che reclamavano i propri diritti. La scintilla che accese un vero e proprio falò di indignazione fu quella che coinvolse Rosa Parker, una sarta di colore di Montgomery, che fu imprigionata per essersi rifiutata di cedere il posto in autobus ad un giovane bianco, era il 1955 e King mise in piedi il boicottaggio degli autobus da parte della “sua gente”, la protesta si protrasse per 382 giorni, e si  concluse con l’abolizione della segregazione sui mezzi pubblici. Ma l’opera pacifica del Pastore armato di fede non si fermò a quest’azione! Capo riconosciuto del movimento per i diritti civili, capì che doveva cogliere il vento propizio e che doveva alzare le vele e quindi nel gennaio 1957 organizzò la Sothern Crhistian Leadership per allargare il seguito del movimento, poi contribuì alla creazione dello Student Non Violent Coordinating Committee. La sua opera ormai era sempre più dilagante e King fu sempre più attivo in molte manifestazioni di protesta e soprattutto nel sud, dove il razzismo era più radicato. Mise in piedi grandi campagne per i diritti civili, che poi ebbero il merito nel 1963 di una marcia su Washington, alla quale aderirono più di 200.000 persone! I cuori erano stati scossi e le menti illuminate! I risultati giunsero e venne così finalmente discussa una legge per l’uguaglianza dei diritti civili. Ma King come tutti i grandi a quel punto era un uomo solo! Non tutte le menti ricevono lo stesso input e ci sono sempre in agguato la stupidità e la cupidigia, il pastore fu più volte oggetto di violenze e arrestato, ma non si scoraggiò e in una di queste occasioni scrisse la Letter Form Birmingham Jail, nella quale enunciava la sua filosofia morale. Tutte le sue lotte pacifiche ma efficaci lo portarono fino al Premio Nobel per la pace nel ’64, King poi  ruppe con l’amministrazione Johnson e chiese a voce alta la pace nel
Vietnam. Martin era sempre più solo e in balìa del potere che arma la mano delle menti ottenebrate dall’ignoranza. Cosi il condottiero che cavalcò il buon senso e la buona volontà, perì! Vittima di un razzista bianco. Era il 4 aprile 1968. La cupidigia e l’ignoranza credevano di avere avuto la meglio ma non avevano fatto i conti con l’ideale ormai radicato nelle coscienze. King ormai era immortale e nessuna arma poteva fermare il suo credo Tra i suoi libri: “Marcia verso la libertà”, “La forza di amare”.  Questi sono gli uomini che illuminano la storia! Lo ricorderemo semplicemente come un raggio di sole in una giornata uggiosa.
a cura di Cesare Ventre
Tags from the story
Written By
More from Redazione

Migranti: posizione ferma di Salvini sulle navi Ong

Mentre la nave della Ong Aquarius naviga verso la Spagna (arrivo previsto...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *