Napoli, sedicenne costringeva coetanea a prostituirsi tenendo in ostaggio la figlia

NAPOLI – Avrebbe costretto una ragazza romena di 16 anni a prostituirsi, tenendo in ostaggio la sua bimba di pochi mesi. Con questa accusa un ragazzo napoletano di 16 anni è stato arrestato dalla polizia. E’ accusato di sfruttamento della prostituzione minorile. Il giovane, secondo l’ipotesi dell’accusa, insieme alla sorella e alla madre avrebbe sfruttato la coetanea rumena, attirata dalle donne in Italia con l’illusione di un patrimonio. Ma una volta giunta in Italia la ragazza sarebbe stata costretta a prostituirsi.La ragazza era stata salvata lo scorso mese di settembre dagli agenti della municipale che allora riuscirono a bloccare la madre e la sorella del sedicenne, che invece riuscì a fuggire. Oggi, 21 novembre, è stato bloccato anche lui.

Prostituzione-1.jpg

a cura di Maria Parente

Tags from the story
, ,
Written By
More from la redazione

Giulietti: Soddisfazione per le risorse stanziate per la Pian D’Assino

L’on. Giampiero Giulietti esprime soddisfazione per lo stanziamento di 72 milioni di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *