Napoli, sedicenne costringeva coetanea a prostituirsi tenendo in ostaggio la figlia

NAPOLI – Avrebbe costretto una ragazza romena di 16 anni a prostituirsi, tenendo in ostaggio la sua bimba di pochi mesi. Con questa accusa un ragazzo napoletano di 16 anni è stato arrestato dalla polizia. E’ accusato di sfruttamento della prostituzione minorile. Il giovane, secondo l’ipotesi dell’accusa, insieme alla sorella e alla madre avrebbe sfruttato la coetanea rumena, attirata dalle donne in Italia con l’illusione di un patrimonio. Ma una volta giunta in Italia la ragazza sarebbe stata costretta a prostituirsi.La ragazza era stata salvata lo scorso mese di settembre dagli agenti della municipale che allora riuscirono a bloccare la madre e la sorella del sedicenne, che invece riuscì a fuggire. Oggi, 21 novembre, è stato bloccato anche lui.

Prostituzione-1.jpg

a cura di Maria Parente

Tags from the story
, ,
Written By
More from la redazione

Salute, quasi 9 milioni di italiani vittime di bufale online

Una ricerca Censis e Assomedica giudica positivamente l’autocura con farmaci da banco...
Read More