GIUDICATE VOI: SINISTRI STRADALI: RISARCIMENTO E ASSICURAZIONI, CHI PAGA IL DANNO?

Sinistri stradali: risarcimento e assicurazioni, chi paga il danno? Questo il titolo della settima puntata di Giudicate Voi: un argomento attuale e molto sentito dagli ospiti in studio i quali si sono valsi del dibattito come strumento necessario per mettere in evidenza le criticità della regolamentazione attuale ed in particolar modo per sollevare spunti di riflessione per chiarire idee e concetti ai telespettatori. Alfredo Mariani ,con grande professionalità,modera un dibattito infervorato e di cui il Prof Giuseppe Catapano(Rettore AUGE)prende le redini : “ Ogni autoveicolo ha l’obbligo di garantire eventuali danni a terzi, garanzia prevista dal codice delle assicurazioni,ma che va a scontrarsi con il modus operandi delle stesse. Una compagnia che emette una polizza e acquisisce garanzie nei confronti del terzo in automatico avvia una procedura di esecuzione che sposa l’attività investigativa. Questo è lo scopo della polizza: garantire il terzo attraverso una compagnia di assicurazioni rispettosa delle regolamentazioni.” Il Dott. Cesare Cilvini (Tesoriere AUGE) segue con opportune riflessioni circa la sicurezza stradale: “Oggi bisognerebbe parlare di sicurezza stradale per prevenire i casi di infortunistica. Esistono limiti di velocità ma i fondi captati dai tutor vengono utilizzati per un rifacimento delle casse comunali. Se ho un incidente causato,ad esempio,da un dosso stradale ,a chi mi rivolgo? Anche il comune è soggetto, come il privato ,all’assicurazione?E soprattutto in quel caso penalmente chi paga? Le nostre strade sono un colabrodo,abbiamo bisogno di tutela anche in questo senso. “ . L’Avv. Sergio Sbarra(Foro di Napoli) sottolinea un dato allarmante: “ C’è una disparità evidente tra Nord e Sud Italia. Mi preme evidenziare come a Napoli, e nel meridione in generale,la prima classe relativa alle assicurazioni sia molto più elevata rispetto al nord. A Napoli andrebbero premiati gli automobilisti protagonisti di sinistri reali e non attivano polizze per speculare. Chi appartiene alla prima classe dovrebbe corrispondere alla prima classe nazionale e pagare come in tutto il resto d’Italia”. L’Avv. Patrizia Sommonte (Foro di Napoli) afferma : “Quando si parla di truffa dovrebbero essere verificati i presupposti. In caso di decesso la situazione diventa complicata poiché subentra la responsabilità penale configurandosi l’ipotesi di omicidio stradale”. Presenti in studio,oltre la sfera legale, anche il Dott. Maurizio Gadaletta(Polizia Municipale) e Dott. Gennaro Sannino: “ La scatola nera andrebbe applicata a tutti con la conseguenza del suo limite: segnala l’urto ma non fornisce prova di cosa sia accaduto, né dettagli sulle dinamiche. Però è da ribadire che la scatola nera dà diritto al risparmio sul premio”. Conclude il Dott. Maurizio Gaudaletta(Polizia Municipale) che lancia un appello per la sicurezza stradale e prevenire in tal modo i reali sinistri stradali: “Alla guida dovete accantonare le distrazioni, cellulare in primis. Non c’è nulla di più importante o prioritario che sia la vostra incolumità.” Conclusiva la puntata la sorpresa gourmet riservataci dall’Avv. Sergio Sbarra con lo Chef stellato Paolo Gramaglia dal Ristorante President di Pompei. “Sposando il titolo di questa trasmissione ,preparo per voi una ricetta che richiama storia,tradizione ed anche il senso di giustizia degli antichi romani pompeiani “che sapevano giudicare e mangiare bene”.

a cura di Maria Parente

Written By
More from Redazione

Siria: le armi chimiche, il regime, noi e la guerra

Risale alla metà dell’Ottocento la prima volta in cui, nella regione del...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *