La ricetta per la crescita economica? Addio al carbone e il taglio di CO2

Quali sono i Paesi che inquinano di più? Australia, Cina, Germania, India, Giappone e Stati Uniti. È quanto emerge da “Deep Decarbonisation Pathways Project” (DDPP), uno studio delle Nazioni Unite che ha stilato la classifica dei 15 Paesi più inquinatori del mondo.

DECARBONIZZAZIONE PROFONDA – Secondo la relazione, se questi Paesi riducessero le proprie emissioni, la produzione economica mondiale potrebbe triplicarsi. Ricercatori ed esperti, provenienti da ciascun Paese interessato, hanno redatto un rapporto in cui dimostrano, come il taglio di CO2 favorirebbe una crescita economica. Per riuscirci, occorrerà una profonda trasformazione dei sistemi energetici entro la metà del secolo, attraverso un forte calo dell’intensità di carbonio utilizzato in tutti i settori dell’economia, una transizione definita “decarbonizzazione profonda“.

LA RICETTA PER LA CRESCITA ECONOMICA – In che modo? L’equipe di ricerca ha tracciato un percorso che prevede la graduale eliminazione dell’uso del carbone per la quasi totalità, spostando la produzione elettrica delle varie nazioni sulle fonti rinnovabili e sull’alimentazione di veicoli ed edifici con energia “pulita” piuttosto che con i combustibili fossili. In questo modo, i 15 Paesi “sotto accusa” potrebbero riuscire a rispettare l’obiettivo concordato a livello internazionale: limitare l’aumento della temperatura globale della superficie media a meno di due gradi.

ASPETTANDO SETTEMBRE – Come hanno spiegato i ricercatori, i risultati dell’analisi DDPP restano tuttavia in fase preliminare, la relazione completa del 2014 verrà presentata prima del vertice sul clima previsto a settembre. In qualità di Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea, uno degli appuntamenti più “caldi” che dovrà affrontare l’Italia, sarà l’Evento di Alto livello sul Clima convocato dal Segretario Generale Ban Ki-moon che si terrà a New York il 23 settembre 2014.

 

Written By
More from genteattiva

Pannelli solari cinesi: economici ma non troppo amici dell’ambiente

Pannelli solari cinesi? Più economici ma non aiutano l’ambiente. Questo è quanto...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *