Groupon Italia vuole licenziare. Dipendenti in sciopero

I dipendenti della sede italiana diGroupon fanno sciopero: stop di otto ore mercoledì 25 giugno per chiedere un migliore inquadramento contrattuale, più formazione e la fine della riduzione di attività con il rischio di spostare all’estero. I sindacati accusano la multinazionale delle vendite online di “sminuire la professionalità dei lavoratori” e di minacciare licenziamenti e la “chiusura della sede italiana, per portare tutto all’estero dove il costo del lavoro è inferiore”. Oltre allo sciopero è previsto un presidio in corso Buenos Aires a Milano, indetto sempre da Filcams Cgil e dalla Fisascat Cisl.

 

Secondo quanto sostengono i sindacati, riferisce ilFatto Quotidiano,

“l’azienda definisce le lavoratrici e i lavoratori non in linea con la filosofia aziendale dei ‘corpi infetti da eliminare‘ e minaccia di licenziare coloro che non sono performanti, cerca di individuare candidature spontanee per risoluzioni consensuali e addirittura afferma che ‘se non ci si rimette in linea, si può anche chiudere in Italia e portare tutto all’estero dove il costo del lavoro è inferiore”.

In Italia Groupon ha aperto la sua sede nel 2010, ed oggi ha 450 dipendenti, concentrati soprattutto nella sede operativa di Milano.

Written By
More from genteattiva

Reddito minimo per finta, tanto paga il pensionato d’oro

Reddito minimo per finta, tanto paga il pensionato d’oro. E’ un testa-coda...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *