Groupon Italia vuole licenziare. Dipendenti in sciopero

I dipendenti della sede italiana diGroupon fanno sciopero: stop di otto ore mercoledì 25 giugno per chiedere un migliore inquadramento contrattuale, più formazione e la fine della riduzione di attività con il rischio di spostare all’estero. I sindacati accusano la multinazionale delle vendite online di “sminuire la professionalità dei lavoratori” e di minacciare licenziamenti e la “chiusura della sede italiana, per portare tutto all’estero dove il costo del lavoro è inferiore”. Oltre allo sciopero è previsto un presidio in corso Buenos Aires a Milano, indetto sempre da Filcams Cgil e dalla Fisascat Cisl.

 

Secondo quanto sostengono i sindacati, riferisce ilFatto Quotidiano,

“l’azienda definisce le lavoratrici e i lavoratori non in linea con la filosofia aziendale dei ‘corpi infetti da eliminare‘ e minaccia di licenziare coloro che non sono performanti, cerca di individuare candidature spontanee per risoluzioni consensuali e addirittura afferma che ‘se non ci si rimette in linea, si può anche chiudere in Italia e portare tutto all’estero dove il costo del lavoro è inferiore”.

In Italia Groupon ha aperto la sua sede nel 2010, ed oggi ha 450 dipendenti, concentrati soprattutto nella sede operativa di Milano.

Written By
More from genteattiva

Ragazzo morto a Napoli, 45 avvisi di garanzia

La Procura della Repubblica di Napoli ha emesso 45 avvisi di garanzia...
Read More