Revisione, arriva l’equipollenza

Rispunta il provvedimento sull’equipollenza dei titoli commercialista-revisore legale. Dopo mesi di silenzio, infatti, l’atteso regolamento che in attuazione del dlgs 39/10 è chiamato a disciplinare l’esame di idoneità professionale per l’abilitazione all’esercizio della revisione legale, è arrivato ieri al consiglio di stato (1124/2014). Un testo in realtà pronto da oltre un anno, su cui si è consumato un lungo braccio di ferro non solo tra le categorie interessate (commercialisti e revisori), ma anche tra governo e parlamento con un conseguente allungamento dei tempi per la sua emanazione. Tanto che ieri, primo giorno di esame di abilitazione per diventare commercialista o esperto contabile, qualche giovane aspirante si chiedeva se fosse possibile sostenere anche la prova per l’accesso al registro. Oggetto della contesa è stato proprio quel principio dell’equipollenza tra commercialisti e revisori. La prima versione del testo, infatti, faceva sostanzialmente tabula rasa di questa norma che, finora, aveva permesso agli iscritti all’albo di accedere al registro in maniera automatica. Un aspro dibattito parlamentare, condito da un parere della Commissione europea secondo il quale una eventuale norma nazionale che avrebbe stabilito l’equipollenza senza esame integrativo si sarebbe posta in contrasto con la direttiva 2006/43/Ce, ha portato a un compromesso che, per ora, già sembra non accontentare nessuno.

Written By
More from genteattiva

Blitz degli anarchici nel carcere di Sant’Agostino

Blitz di un gruppo di anarchici ieri sera davanti carcere Sant’Agostino. Una ventina di persone,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *