Gelato, lo lecchiamo strano: al lardo, al mojito, al sapore di pane…

Il gelato al Lardo di Colonnata; al pepe indiano e ricotta di pecora; il gelato-drink, alla pina colada o al mojito. Il gelato aggiorna il suo campionario di gusti, d’altra parte succede così ogni anno a inizio stagione: sapori sempre più eccentrici e ricercati che a molti faranno storcere il naso, ma non a chi piace “leccarlo strano”.

Quest’anno c’è il tour del Gelato Festival: 19-22 giugno a Napoli, 26-29 a Viareggio, 17-20 luglio a Madrid per finire ad Amsterdam il 10 agosto. I gusti, ovviamente, sempre più strani, perché il gelato non è più solo una merenda spezza-pomeriggio o una coccola dopo cena, ma il complemento di un’insalata o addirittura un cocktail.

Nascono così gelati con miele di castagno, ricotta di pecora, pepe dell’India, aceto balsamico. E stranezze davvero mai osate: il gelato al pane. A Milano fanno quello al gusto michetta, in Puglia quello con il pane d’Altamura.

E il gelato cocktail: Bitter Orange con gelato al fiordilatte, sciroppo all’arancia e sciroppo bitter; Piña Colada, con ananas e cocco; Tahiti Blossom, con fiordilatte, passion fruit e rum bianco.

Written By
More from genteattiva

No Tav: la Cassazione sulla «finalità di terrorismo» – Cass. Pen. 28009/2014

Depositate il 27 giugno 2014 le 45 pagine di motivazioni della sentenza...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *