Specializzazione tecnica vincente

La formazione tecnica superiore crea occupazione. In barba alla laurea a tutti i costi, c’è un’opportunità in più per i neodiplomati e per gli adulti in cerca di una ricollocazione, alternativa a quella universitaria, non equivalente ma certo più spendibile: sei ragazzi su dieci che hanno un diploma conseguito in un istituto tecnico superiore, dice infatti il Censis nell’«Osservatorio sugli Its e sulla costituzione dei Poli tecnico-professionali», sono occupati, e spesso proprio nelle aziende in cui hanno frequentato il periodo di stage obbligatorio, vero valore aggiunto di questo sistema formativo. 
Non è un caso che queste «super scuole» strutturate in Fondazioni, hanno risultati migliori se c’è una forte presenza imprenditoriale, che conosce le realtà del territorio e sa orientare l’offerta formativa, in base alle reali esigenze aziendali. Se da un lato il tasso di disoccupazione giovanile supera il 40%, dall’altro la ricerca delle aziende di tecnici specializzati, che non trovano. Ecco quindi l’obiettivo della nuova formazione tecnica: rompere un paradosso tutto italiano, visto che tra gli spread quello della distanza tra scuola e mondo del lavoro è il meno raccontato.

Written By
More from genteattiva

Incendio alla Colonia Fara

Il fuoco divora scatole e scatole di vecchie schede elettorali, tessere di vent’anni fa,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *