Statali a riposo forzato

Chi ha maturato i requisiti per la pensione entro il 31 dicembre 2011 non ha «facoltà» di mettersi a riposo ma «obbligo» di farlo. Unica eccezione per rimanere in servizio, il non avere ancora 65 anni d’età. Ma una volta raggiunta tale età, sarà obbligo dell’amministrazione di collocarlo a riposo. Lo precisa la nota prot. 6295/2014 della Funzione pubblica.
Stop all’impiego fino a 70 anni. I chiarimenti, richiesti da un Comune, sono sul dl n. 101/2013 nella parte in cui interpreta la norma della riforma delle pensioni Fornero che consente di pensionarsi con i vecchi requisiti, se maturati entro il 31 dicembre 2011. Una deroga da cui è nata una vicenda giudiziaria. In prima lettura infatti la Funzione pubblica ne ha tratto un preciso vincolo per le p.a., ossia l’obbligo di collocare a riposo, dal 2012, al compimento di 65 anni di età (limite ordinamentale), i dipendenti che nel 2011 avevano la massima anzianità contributiva (40 anni) o la quota 96 o comunque i requisiti per una pensione (circolare n. 2/2012).

Written By
More from genteattiva

Letta-Renzi, la sfida

Il premier, Enrico Letta, ha incontrato a Palazzo Chigi, secondo quanto si...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *