Reliquia di Wojtyla, ritrovato in un garage il tessuto intriso del sangue del Papa

Il tessuto contenente il sangue di Papa Giovanni Paolo II è stata trovata nel garage di uno dei tre giovani denunciati ieri per il furto della reliquia.

Il frammento è stato ricostruito dal vescovo ausiliario dell’Aquila, Giovanni D’Ercole, secondo il quale mancano solo alcuni filamenti. Le ricerche già da ieri mattina si erano concentrate nella zona del Progetto Case di Tempera, dove abita uno dei tre giovani accusati del furto sacrilego. La Questura dell’Aquila ha richiesto l’invio della task force della Polizia Scientifica di Roma specializzata nella ricerca di tracce ematiche e da Milano è arrivato anche il cane molecolare «Orso», un pastore tedesco di sei anni in forza alla Polizia di Frontiera di Malpensa, in grado di rintracciare il prezioso oggetto sacro.

La reliquia per cinque giorni è stata esposta alle intemperie.

Le indagini sul furto sono state avviate domenica scorsa dai carabinieri, che, il giorno successivo avevano anche impegnato circa 50 uomini alla ricerca della refurtiva nell’area del santuario. L’altro ieri mattina invece è stata la polizia a fermare i tre e a ritrovare la parte metallica della reliquia e la croce.

L’ANNUNCIO – L’annuncio è stato dato dallo stesso monsignor D’Ercole nel corso di una conferenza stampa congiunta con la polizia e i carabinieri. Il vescovo ausiliario si è detto «felice», sostenendo che il frammento di tessuto è stato da lui personalmente ricostruito. Nella serata di ieri sono stati ritrovati anche gli ultimi filamenti d’oro.

Written By
More from genteattiva

Nicole Minetti incinta, nasconde il pancino quando cammina per strada

Nicole Minetti, nonostante le numerose smentite, sembra sia in attesa di un bebè...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *