TAP: Lettera aperta a Vendola dei cinque Stelle per il ricorso alla Corte Costituzionale

download (1)Deputati e senatori pugliesi del MoVimento 5 Stelle invitano pubblicamente il Presidente Vendola a prendere una posizione chiara vista l’incongruenza di comportamento di SEL tra Regione e Parlamento

I parlamentari pugliesi del MoVimento 5 Stelle tornano alla carica sulla legge relativa al trattato tra Italia, Albania e Grecia per il progetto “Trans Adriatic Pipeline” approvato alla Camera lo scorso 5 dicembre, nonostante le vistose proteste in Aula. I parlamentari pentastellati lo fanno attraverso una lettera aperta al Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ed a tutti i consiglieri regionali per invitarli ad impugnare la legge dinanzi alla Corte Costituzionale, vista appunto la sua incostituzionalità.

Premessa l’illegittimità morale del Parlamento a seguito del comunicato stampa della Corte Costituzionale sulla legge elettorale – scrivono nella lettera i parlamentari pugliesi del M5S – riteniamo sia inaccettabile che le valutazioni di impatto ambientale siano successive alla ratifica e che la ratifica preceda anche l’ascolto delle comunità locali, contrariamente a quanto recepito dall’Italia secondo la convenzione di Aarhus. All’articolo 7 – proseguono – si legge che gli Stati contraenti sono obbligati a rimuovere, una volta completata l’opera, tutti gli ostacoli al flusso di gas attraverso il gasdotto. Una scelta che impegnerebbe l’Italia per molti anni a venire, mentre la Strategia Energetica Nazionale (SEN) prevede il ricorso al gas quale mera soluzione transitoria”. E come se non bastasse “la sede dell’approdo è parte integrante dell’accordo e non può essere modificata”.

I Cinque Stelle dichiarano: “Il partito di Vendola, SEL, chiarisca cosa vuole fare sul TAP, visto che in Parlamento si è opposto a questa opera, votando favorevolmente alla pregiudiziale di costituzionalità presentata dal M5S, e invece in Regione sembra non voler fare ricorso alla Corte Costituzionale, visto che ormai sono passati invano più di 30 giorni dalla ratifica del trattato, e ne restano meno di 25 per promuovere la questione di legittimit à costituzionale della ratifica dell’accordo in oggetto”.

Ufficio Stampa

on. Giuseppe L’Abbate

 

Written By
More from la redazione

On. Giulietti: "Nella legge di stabilità 12 misure fiscali per favorire la ripresa economica

Dopo essere stata licenziata dalla Commissione Bilancio, la Legge di Stabilità è...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *