Turista italiana investita in California: 17 capi d'accusa per il pirata della strada

L’uomo che lo scorso mese di agosto in California investì, uccidendola, una turista italiana in luna di miele, la trentaduenne Alice Gruppioni di Bologna, sarà processato con l’accusa di omicidio. Lo ha stabilito il giudice della contea di Los Angeles, che nei confronti di Nathan Louis Campbell, 38 anni, ha emesso ben 17 capi di accusa, compresa l’omissione di soccorso.

I fatti risalgono allo scorso 3 agosto, quando Campbell alla guida di un suv invase a tutta velocità con la sua auto la famosa ed affollatissima passeggiata del lungomare di Venice, investendo a morte la trentaduenne italiana che era in compagnia del marito, e ferendo altre 17 persone. L’uomo, dopo essere fuggito, si costituì poche ore dopo presso una stazione di polizia di Santa Monica.

Written By
More from genteattiva

Europa in ritardo sui diritti umani in Ucraina

Come è possibile che uno Stato membro del Consiglio d’Europa sia scivolato...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *