Sconti fiscali verso il taglio lineare e retroattivo

Sconti Irpef meno convenienti: le detrazioni fiscali per le persone fisiche vanno verso il taglio lineare e retroattivo. Il ministero dell’economia, secondo quanto risulta a ItaliaOggi, non sembrerebbe intenzionato a evitare la sforbiciata delle detrazioni fiscali dal 19 al 18% già dall’anno di imposta 2013, inserita nella legge di Stabilità 2014 (si veda ItaliaOggi del 17/10/13), e al 17% dall’anno di imposta 2014. La legge di Stabilità ha fornito una ciambella di salvataggio per evitare la riduzione delle detrazioni per i contribuenti che presentano la dichiarazione dei redditi, attraverso un decreto ministeriale da predisporre entro il 31 gennaio. Un decreto che contenga interventi calibrati voce per voce e che i tecnici del ministero sono ben lontani dal predisporre. In assenza di questo intervento si sparerà nel mucchio con un colpo generalizzato alle diverse voci di intervento. Se non dovesse essere pronto il decreto, dunque, gli sconti fiscali per i contribuenti saranno più magri e a partire già dalle dichiarazioni 2014, dunque anno di imposta 2013, senza fare differenze. Sarà quindi meno conveniente di un punto percentuale la spesa sostenuta per i mutui o per le spese veterinarie o per la frequenza di scuole secondarie e università o dei premi assicurativi sulla vita e le erogazioni liberali.

Written By
More from genteattiva

Bonus mobili-elettrodomestici, guida delle Entrate su YouTube

È online sul canale YouTube dell’Agenzia delle Entrate (www.youtube.com/Entrateinvideo) un filmato che...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *