Cuperlo a Renzi: Pd con Letta, oppure al voto

Gianni Cuperlo dà una strigliata a Matteo Renzi: “O sosteniamo  un’altra fase del governo fino in fondo, e lo facciamo tutti, oppure si dice basta e si va a votare”, ha detto il presidente del Pd a proposito della sortita del segretario del partito che ha poi provocato le dimissioni del viceministro dell’Economia Stefano Fassina. Cuperlo, che ha rilasciato un’intervista a Repubblica, ha sottolineato la necessità che il patto di coalizione da concludere entro gennaio rappresenti davvero un cambio di marcia nell’azione dell’esecutivo: “Se il patto di governo non è solo propaganda, allora si cambi marcia davvero”, ha detto Cuperlo a proposito delle riforme e delle misure per il rilancio dell’economia che tardano ad arrivare. A Fassina il presidente del Pd dà ragione quando il viceministro sottolinea che “una divisione delle parti dove chi sta fuori dal governo parla di marchette, chi è al governo piglia gli sputi e poi ci sono anche i furbi che, stando al governo, applaudono agli insulti, non può funzionare. Non si salva così il paese”. Ma al tempo stesso, Cuperlo sprona Renzi e il presidente del consiglio, Enrico Letta, a trovare in fretta l’accordo sul programma di governo, perché, osserva, “intorno a noi cresce il sentimento di pancia che dice semplicemente ‘io soffro, voi non fate nulla, andate tutti al diavolo”, e soprattutto perché le cose da fare sono molte. “Renzi dice che finora si è perso tempo e adesso l’Italia cambia verso”, nota Cuperlo. “Bene,  ma lui è il leader del Pd e Letta il capo del governo. Allora si mettano le cose nero su bianco, ciascuno si assuma le sue responsabilità per quelle scelte e si agisca”.

Written By
More from genteattiva

Bando per l’erogazione di contributi in conto abbattimento interessi passivi

Finalità e risorse La Camera di Commercio di Milano promuove il presente...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *