Carmine Schiavone a Le Iene indica i siti tossici della Terra dei Fuochi

Nadia Toffa de Le Iene ha intervistato il pentito di camorra Carmine Schiavone che racconta come 16 anni fa svelò negli interrogatori che nelle zone circostanti Latina, Napoli e Caserta sono stati scaricate per anni tonnellate di rifiuti tossici, persino fusti nucleari, nascosti nelle cave fino a metri sotto le falde acquifere, e ricoperti di terra.

“Poi, sopra, i contadini hanno coltivato ortaggi e pascolato le bufale per la mozzarella”. Tuttavia, le sue dichiarazioni sono state secretate dallo Stato “forse per non creare il panico nella popolazione”, ha ipotizzato il pentito.
Se quello che Schiavone dichiara è vero, si stima che siano stati versati 120 tir al giorno di materiali altamente pericolosi, che spiegherebbero l’altissima incidenza di decessi per cancro nella zona. Ma perché questo scempio? “Perché alle aziende, smaltire regolarmente scorie pericoloso costerebbe 2000 euro a fusto, mentre la Camorra si prende solo 200 euro”.
Nadia Toffa ha quindi intervistato uno dei contadini che il suo podere proprio sopra una delle zone incriminate, che ha dichiarato “Quando mangio i miei ortaggi, prego il signore che il purifichi”.

Written By
More from genteattiva

Andrea Pirlo ci ripensa: “Se me lo chiedono resto in Nazionale”

Dopo le parole di addio alla Nazionale al termine della sfida contro l’Uruguay e...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *