La panoramica dei provvedimenti fiscali

Imu e fiscalità immobiliare: conversione del D.L. 102/2013
La legge 124/2013, in vigore dal 30.10.2013, converte con modificazioni il D.L. 102/2013, che contiene disposizioni urgenti in materia di Imu e fiscalità immobiliare. Di seguito le principali novità:
Immobili di cooperative edilizie a proprietà indivisa: ai fini dell’applicazione dell’Imu, sono equiparati all’abitazione principale gli immobili delle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite a “prima casa” e relative pertinenze dei soci assegnatari. Con riferimento al 2013, tale equiparazione si applica dal 1° luglio.
Benefici Imu – al fine dell’applicazione dei benefici Imu, il soggetto interessato deve presentare, entro il termine di presentazione della dichiarazione di variazione relativa all’Imu, un’apposita dichiarazione che attesti il possesso dei requisiti e indichi gli identificativi catastali degli immobili cui si applicano i benefici.
Immobili concessi in comodato a parenti: per il 2013, limitatamente alla seconda rata Imu, i Comuni possono equiparare all’abitazione principale le unità immobiliari (escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 o A/9) e relative pertinenze concesse in comodato dal soggetto passivo a parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come “prima casa”.
(DL 31 agosto 2013 n. 102 convertito nella legge 28 ottobre 2013 n. 124)

Tassa annuale sulle unità da diporto
Pronto il modello per chiedere il rimborso della tassa sulle imbarcazioni versata in più, a seguito della rimodulazione del tributo prevista dal D.L. n. 69 del 21 giugno 2013. La domanda può essere presentata esclusivamente in via telematica, a partire dal 18 novembre, dai contribuenti che hanno già versato la tassa ma hanno diritto all’esenzione dal pagamento o alla riduzione al 50% degli importi dovuti dopo l’entrata in vigore del DL 69/2013. Il provvedimento stabilisce, inoltre, che il modello può essere utilizzato anche per chiedere il rimborso delle somme versate in più per motivi differenti dalla rimodulazione della tassa sulle imbarcazioni.
(Direttore dell’Agenzia delle entrate, provvedimento del 28 ottobre 2013)

Nuova modulistica per Registro delle imprese e REA
Con il Decreto Direttoriale del 18 ottobre 2013 sono state pubblicate: le specifiche tecniche per la creazione di programmi informatici finalizzati alla compilazione delle domande e delle denunce da presentare all’ufficio del registro delle imprese per via telematica o su supporto informatico; le specifiche tecniche necessarie per l’attivazione automatica della iscrizione agli enti previdenziali di cui all’art. 44 comma 8 del DL 269/2003; le specifiche tecniche necessarie per l’iscrizione delle società cooperative all’albo delle cooperative di cui al DM 23 giugno 2004, come modificato dal DM 6 marzo 2013.
(Decreto Direttoriale del 18 ottobre 2013)

Rivalutazione degli immobili d’impresa: modalità di versamento delle imposte sostitutive
Con risoluzione del 23.10.2013, n. 70, l’Agenzia delle entrate fornisce precisazioni in merito alle modalità di versamento delle imposte sostitutive previste in caso di rivalutazione, da parte di società di persone, di capitali ed enti commerciali che non adottano gli Ias, dei propri beni immobili (esclusi aree fabbricabili e immobili-merce) ai sensi dell’art. 15, comma 16-23, D.L. 185/2008, convertito con modificazioni dalla legge. 2/2009.
Con riferimento al computo degli interessi da applicare in caso di pagamento rateale, si ritiene che siano dovuti (sulla seconda e sulla terza rata) nella misura del 3% annuo, indipendentemente dalle diverse misure del saggio degli interessi legali in vigore alla scadenza di tali rate. Con riferimento alle modalità di versamento rateale, la norma dell’art. 15 (che prevede il versamento in unica soluzione o in tre rate con cadenza annuale) non richiama la disposizione dell’art. 20, D.Lgs. 241/1997 relativo ai pagamenti rateali solo per le somme dovute a titolo di saldo e di acconto delle imposte risultanti dalle dichiarazioni.
(Agenzia delle entrate, risoluzione n. 70 del 23 ottobre 2013)

Il cassetto fiscale apre a due intermediari
Dal 24 ottobre ogni contribuente può consegnare le “chiavi” del proprio Cassetto fiscale a due intermediari abilitati e non più a uno solo. L’utente è così libero di affidare la consultazione telematica dei propri dati fiscali a più professionisti, per esempio il fiscalista e il consulente del lavoro.
Sempre nell’ottica di migliorare i servizi e alleggerire gli adempimenti, entrano nel Cassetto fiscale anche le informazioni relative all’archivio informatico degli operatori autorizzati a effettuare operazioni intracomunitarie.

Written By
More from genteattiva

Ucraina. Putin: “Ritiro truppe ma userò forza se serve”. Sebastopoli sarà russa

Ucraina. Putin: “Ritiro truppe ma userò forza se serve”. Sebastopoli sarà russa....
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *