RAPINE, BOTTE E MINACCE CON UN PITBULL: IN MANETTE BABY-GANG DI EGIZIANI

Perseguitano un coetaneo, pitbull feroce al guinzaglio, per 50 euro, gli insultano la madre e gli picchiano il padre, sono in 6 e comandano loro alla Barona.
Comandavano, perché ieri tre, tutti 16enni, sono stati arrestati per lesioni, ingiurie e tentata estorsione, per un quarto – da poco maggiorenne – si sta procedendo separatamente e i 2 restanti sono in corso di identificazione. Ecco un’altra baby gang “beccata” dai carabinieri: si ritrovavano alla fermata della metro a Romolo ed è proprio lì che è hanno aggredito per la prima volta lo studente 16enne che li ha poi denunciati.
Nel marzo scorso nei corridoi della metro il giovane è stato accerchiato e picchiato dalla baby gang che pretendeva 50 euro. Per essere più convincenti i 6 delinquenti avevano al guinzaglio un feroce pitbull che aveva poi atteso la vittima ringhiando, fuori dal bar in cui si era rifugiata. Solo gli interventi del barista e della madre li avevano fatti desistere, non prima di aver coperto di insulti la donna. Dopo 2 mesi, incontrato su un bus, lo studente è tornato nel mirino della baby gang e le ha buscate, proprio come il padre che, intervenuto in suo aiuto, è finito all’ospedale con cinque giorni di prognosi.
Grazie alle immagini delle telecamere di Atm, i carabinieri hanno identificato 4 dei ragazzi, tutti con precedenti specifici. Sono figli di lavoratori egiziani regolari e incensurati.

Written By
More from genteattiva

Immigrazione clandestina e coltivare marijuana non sono più reati

Immigrazione clandestina e coltivazione di marijuana non saranno più reati: è stata approvata la...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *