Comunicazione e formazione a portata di click

Legare a un filo diretto la comunicazione tra più di 44mila soci, 120mila clienti, 250 comuni (anche di piccole dimensioni) e 68 filiali dislocate nelle Langhe. Un ampio e articolato progetto quello condotto da Banca d’Alba, che è riuscita a integrare in una unica architettura di comunicazione e collaborazione tutte le sedi e le filiali bancarie, ottimizzando l’organizzazione e lo svolgimento delle attività aziendali.

La comunicazione diventa tempestiva
Un rinnovamento tecnologico già in atto dal 2002: Banca d’Alba aveva introdotto una piattaforma scalabile per la telefonia IP, ma ora le necessità di supportare la crescita e di ridurre i costi operativi, tramite integrazioni e modifiche semplici da effettuare, hanno spinto l’istituto ad aggiornare i server Cisco UCM in uso e a integrare in una unica piattaforma la gestione di tutta la comunicazione voce, video, mobile e telepresenza. «Un salto di qualità per il comparto IT che, grazie all’update della piattaforma Cisco Unified Communications Manager, può ora servirsi di una vera e propria architettura collaborativa – spiega Michelino Bonino, Responsabile IT di Banca d’Alba.

Sei disponibile? Me lo dice il software
Collaborare diventa facile, anche a distanza, grazie a nuovi software che permettono di gestire la presenza, l’instant messaging, i video ad alta definizione e la condivisione dei file, in completa sinergia con il sistema telefonico e di videocomunicazione IP presente. «L’operatività quotidiana e la strategia di crescita fanno del nostro un ambiente lavorativo davvero dinamico – sottolinea Bonino. Il software client Jabber semplifica la collaborazione e riesce a creare un ambiente di lavoro unificato, grazie a una serie di strumenti davvero semplici da usare. Per esempio, la funzionalità di presenza permette di sapere quando un collega è disponibile, e così contattarlo con un messaggio istantaneo o una telefonata diventa comodissimo».

Implementare è un “gioco da ragazzi”
Ma arrivati già al primo step, per cui erano stati coinvolti solo 80 computer tra quelli del personale delle filiali e dell’help desk IT, ecco giungere una ulteriore sfida: una nuova struttura, conseguente a una acquisizione da parte di Banca d’Alba, doveva essere integrata in questo sistema di comunicazione. «La nuova banca si serviva di un mix di centralini telefonici di diversi costruttori – afferma Bonino. Se non fosse stato in corso il nuovo progetto, avremmo dovuto acquistare e installare per ogni filiale dei gateway per la comunicazione vocale e collegarli alla rete tramite linee specifiche. Invece, con un po’ di creatività e grazie alla versatilità di Cisco Jabber, si è riusciti a risolvere diversamente e velocemente, installando il software sui computer dei nuovi dipendenti e collegandoli alla rete aziendale.

Sapere sempre chi ti ha cercato
L’IT trova pane per i suoi denti e in poco meno di due settimane implementa anche una nuova applicazione web per la intranet aziendale, capace di supportare ulteriormente l’operatività della nuova banca. «A fronte di una chiamata è ora possibile ricevere dei messaggi pop-up via web direttamente nella intranet aziendale, recuperando le informazioni delle chiamate in entrata e compilando in automatico i campi della pagina web – racconta Bonino. L’help desk ottiene delle informazioni in tempo reale e può migliorare i tempi di risposta e di risoluzione dei problemi.

Le criticità svaniscono
Only one click. È questo l’obiettivo della banca, che presto integrerà nel portale della intranet le informazioni sulla disponibilità del personale, con la possibilità di attivare sessioni di messaggistica istantanea, chiamate audio e video o, ancora, sessioni di collaborazione, direttamente con un click all’interno del browser. Intanto i primi benefici si sentono, anzi si vedono, grazie a una snella comunicazione via video. «Fornire supporto IT ai clienti via telefono non è certo una condizione lavorativa ideale, perché spesso si fatica a comprendere i problemi e loro sono in difficoltà a spiegarceli. E dato che avere accesso ai giusti strumenti e risorse IT è una parte fondamentale del lavoro, si ritrovano sotto stress – continua Bonino. La possibilità di intraprendere una sessione di condivisione utilizzando la funzionalità integrata in Jabber e visualizzare il desktop di chi ci chiede assistenza ci ha aiutati a risolvere più velocemente le criticità e permette alle persone di lavorare meglio».

Written By
More from genteattiva

Legnini teme assalti al mini-fondo per l’editoria

Per l’editoria “c’è un contenitore normativo e finanziario nella legge di stabilità...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *