Niente tagli per gli ordini

Ordini professionali fuori dai tagli della spending review. Secondo la Direttiva comunitaria 2004/18/Ce, infatti, un ordine va qualificato come un organismo di diritto pubblico quando ricorrono le seguenti tre condizioni: che l’ente sia stato istituito per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; che esso sia dotato di personalità giuridica; che la sua attività sia finanziata in modo maggioritario dall’autorità pubblica oppure che la sua gestione sia soggetta al controllo di quest’ultima, oppure ancora che più della metà dei membri del suo organo d’amministrazione, di direzione o di vigilanza, sia designata dall’autorità pubblica. Lo ha chiarito la sentenza del 12 settembre (numero causa C-526/11) della Corte di giustizia europea escludendo l’applicazione del codice degli appalti da parte di un ordine tedesco, creando così un precedente che non mancherà di avere i suoi effetti anche in Italia.

Written By
More from genteattiva

Fisco. Il reclamo sospende la riscossione di Equitalia per 90 giorni

Fisco. Il reclamo sospende la riscossione di Equitalia: le novità dal 3...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *