Zanonato, i fastidi Telecom e Alitalia. Venerdì il decreto

Che si chiami Riva acciaio, per la quale ha già predisposto un decreto pronto ad atterrare venerdì in consiglio dei ministri, o Alitalia e Telecom, in procinto invece di decollare verso lidi lontani. Flavio Zanonato, ministro dello sviluppo economico, è senza dubbio pieno di lavoro fino al collo. Ieri dopo avere confermato che il decreto che sbloccherà la situazione dell’Ilva e di Riva Acciaio arriverà con ogni probabilità venerdì prossimo, è stato costretto a intervenire sul passaggio di Alitalia ad Air France e sulla crescita della spagnola Telefonica in Telco che ha il 20% del capitale di Telecom Italia. A proposito della ex compagnia di bandiera Zanonato ha detto che “per ora non esiste nulla di concreto, sono tutte cose raccontate dai giornali”. Su Telecom, invece, a giochi ormai ampiamente conclusi, il titolare del dicastero di via Veneto è stato chiaro: “Difficile sostenere che Telecom Italia diventi spagnola”, ha dichiarato..”La Telco, che possiede il  20% di Telecom Italia, era già a maggioranza Telefonica, che passerà dal 46 al 61%. Se si sequestra un’attivita’ produttiva questa non si deve interrompere ma deve proseguire, a garanzia del lavoro e delle aziende fornitrici, di quelle clienti, che altrimenti si fermano e infine a garanzia sia dello Stato, che vuole confiscare non un rottame ma una cosa produttiva, sia dell’eventuale innocenza dell’imputato”, ha concluso. Il provvedimento, cinque articoli in tutto, prevede la possibilità che il  commissariamentodell’Ilva possa essere esteso alle «controllate o collegate», con l’eventuale nomina di fino a 3 subcommissari.

Written By
More from genteattiva

Crisi, tengono pelletteria, alimentare, macchinari e bevande

Articoli in pelle, industria delle bevande, industria alimentare e fabbricazione di macchinari...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *