Enti in default, i debiti vanno saldati

Le difficoltà finanziarie di un ente locale non giustificano il mancato pagamento dei debiti. E anche l’avvio della procedura di dissesto, con conseguente nomina di un organo straordinario di liquidazione, non può giustificare il mancato riconoscimento delle intere somme reclamate dai creditori dell’ente. Lo ha stabilito la Corte europea per i diritti dell’uomo di Strasburgo accogliendo i ricorsi (nn. 43870/04 e 43892/04) di due cittadini italiani (Giovanni De Luca e Ciro Pennino) che reclamavano dal comune di Benevento il pagamento di canoni di locazione non incassati e la riparazione di danni arrecati al proprio immobile. Ma poi era intervenuto lo stato di insolvenza del comune e la nomina del commissario straordinario a complicare le cose.

Written By
More from genteattiva

Convertendo senza limiti

L’esenzione dal limite del capitale di cui al primo comma dell’art. 2412...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *